Pagina 13

 

 

CHE COSA E' L'INTERAZIONE GRAVITOCENTRIFUGA

 

 

 

 E' una forza che tramite le transizioni rotazionali create dalle accelerazioni dei momenti angolari (che rappresentano le vere O.G. non certamente relativistiche che alla dimensione data da Einstein  in watt      10^-29 ,a tale microdimensione non potrebbero interagire con nulla, risultano inesistenti.) Le vere O.G. create da volani, dall'accelerazione dei momenti angolari  nel nostro laboratorio (le vere O.G. ) risultano dimensionate, frutto di  esperimenti in watt 10^24 più grandi delle O.G. relativistiche . Tali onde si propaga no nell'etere e attraversano anche la materia come non esistesse. Questa è una proprietà  delle sole O. G. certamente quelle che si trasmettono e si ricevono nel nostro laboratorio nella loro vera dimensione,come già scritto .Come vedremo tale forza si genera ogni qualvolta delle masse vengono accelerate una relativa mente all'altra.  Qualsiasi oggetto (massa) in grado di ruotare attorno al proprio asse genera un momento angolare il quale interagisce  in accelerazione con qualsiasi altro momento angolare generato da un'altra massa in rotazione. Se tale massa ruota ad una frequenza costante è soggetta all'interazione di altre masse ruotanti in accelerazione o in decelerazione    Facciamo un esempio:Prendiamo 2 volani e li poniamo nel medesimo piano chiusi in contenitori antimagnetici, li poniamo ad una distanza di circa m.1 uno dall'altro. Un volano lo facciamo funzionare da trasmettitore e l'altro da ricevitore controllando quello che succede.

1) Iniziamo l'esperimento creando accelerazioni al volano trasmettitore. Noteremo immediatamente che il volano ricevitore varia il proprio momento angolare in funzione delle accelerazioni e decelerazioni create dal volano trasmettitore. Abbiamo così la conferma di questo nuovo evento e di questa nuova interazione che come vedremo funzionerà come forza catalizzatrice per la ricezione delle  transizioni rotazionali create dai Momenti Angolari (Per noi sono le vere Onde Gravitazionali). Un vero  rivelatore di onde emesse dalle tran sizioni  rotazionali generate dai momenti angolari   Un vero sistema di trasmissione e ricezione tra materia e materia. Da notare anche l'emissione  di tali (onde circolari )che colpendo un'altra massa sempre in rotazio ne questa  è in grado di distinguere anche l'orientamento, della fase rotativa dell'onda emessa dalla massa trasmettitrice.

L'interazione avviene in modo che se i volani (trasmettitore e ricevitore) ruotano in fase (di senso orario-orario antiorario-antiorario) il volano rivelatore ad ogni accelerazione del trasmettitore riceve una transi zione rotazionale che diminuisce la propria centrifuga. Se invece i due volani ruotano di senso rotatorio contrario (controrotanti) ad ogni accelerazione del trasmettitore si ha un aumento del momento angolare del ricevitore. Questa interazione tra forze centrifughe è stata chiamata (Interazione Gravito centrifuga) Queste onde attraversano schermi metallici come non esistessero. Diffatti i rivelatori sono chiusi ermeticamente in contenitori di metallo antimagnetico e con schermature antistatiche collegate a terra e sotto  vuoto .Nello spazio la materia è quasi trasparente alle Onde Gravitazionali.


E' indubbio che tale fenomeno come principio fisico è presente in tutto l'universo. Gli astri interagiscono tra di loro tramite le transizioni rotazionali dei propri momenti angolari  ( che risultano essere le vere   Onde Centrifughe scoperte nel nostro laboratorio creando il fenomeno della  (Iinterazione Gravitocentrifuga)

Tutto questo non parte di una teoria inventata ma è frutto di esperimenti reali eseguiti in laboratorio .Chi avesse dubbi si tolga lo sfizio di provare tali esperimenti e proverà soddisfazione nell'operare nel massimo della semplicità.  
 
 _______________________________________________________________________________________               

_______________________________________________________________________________________________________________
 

La figura mette in evidenza che in funzione delle fasi di rotazioni dei volani le onde di momento ango lare generate si troveranno in fase nei volani controrotanti  (V1-V2)e di conseguenza il volano rivelato re N.2 accelera i propri giri. Viceversa nei volani con rotazione di uguale senso rotatorio      (V3-V4) l'onda di transizione rotazionale generata dal momento  angolare tra trasmettitore e ricevitore viene a trovarsi in controfase e quindi il volano rivelatore V.4 rallenta i propri giri  Questo anche a dimostra zione del perchè le transizioni rotazionali  generate dai  momenti angolari si  trasmettono e si ricevono solo se i volani sono sul medesimo piano di rotazione dei volani medesimi     e non ortogonali come avviene nel campo elettromagnetico.     

pag.

 

INDICE  ARGOMENTI

1

 

Esperimenti sulla interattività  Centrifuga della rotazione terrestre e la rotazione di volani

2

 

Esperimenti con volani inseriti in contenitori antimagnetici

3

 

Variazioni di Peso sulla terra tra giorno e notte Come e perchè si creano i CICLI CIRCADIANI

4

 

Volani controrotanti

5

 

Schema di principio del ricevitore di Momenti Angolari e delle Onde Centrifughe  

6

 

Volani in contenitori antimagnetici esposti alle radiazioni solari

7

 

Calcolo delle accelerazioni decelerazioni di un volano a 45° di latitudine nord

8

 

Ricezione via etere di onde accelerative di Momenti Angolari   (O.C.)

9

 

Come si formano le MAREE   la Gravità non partecipa non esiste è una forza fittizia

10

 

Brevetti

11

 

Trasduttore di Momenti Angolari  probabili O.G. in variazioni Elettriche

12

 

Antenna Gravitocentrifuga per la ricezione dei Momenti Angolari (O.C.)   

13

 

Che cosa è l' Interazione Gravitocentrifuga

14

 

Misuratore lunghezza d'onda dei Momenti Angolari  (O.C.)

15

 

Interazione gravitocentrifuga tra un pendolo di Foucault e un volano

16

 

Generatore di Momenti Angolari = Onde Centrifughe     

17

 

Fotoni interagenti con volani 

18

 

Approfondimento parametri momenti angolari

 

 

 

 

 

 

 

                                                                                        Home page                

               sono graditi  commenti        gcarman@libero.it