Pag. 3    

                   Variazioni    Centrifughe  e  di  Peso

               sulla  Terra  di  Giorno  e  di  Notte  

     Scoperto perchè si formano i Cicli Circadiani

 Si sono eseguite altre misure sempre con volani di rotazione oraria ed antioraria .Il risultato di questi  esperimenti è sicuramente innovativo. I risultati confermano che i volani interagiscono  con i momenti  angolari della terra ottenendo anche Variazioni di Peso .Sottopongo alla vostra attenzione, esperimenti di laboratorio i quali potrebbero aprire  orientamenti nuovi  non certamente sulla Gravità e Gli Orologi  Biologici , che non esistono., ma certamente sulle variazioni    di Peso giornaliere. 

 Dalle Variazioni  di  Peso Giornaliere scoperto  come e perchè si formano i Cicli   Circadiani  ottenendo la perfetta comparazione tra variazione del Peso, con tanti fenomeni del corpo umano e non. In  primis con la variazione della  temperatura  corporea  dalle ore  -4 -alle -18-

Si  deve ricordare che durante la giornata la temperatura del corpo umano  ha delle   fluttuazioni che toccano  il punto    più basso verso le ore -3-4- circa del mattino e  quello più alto verso le ore -18- circa . Il testosterone  ha il suo apice intorno alle  3 - 4   del mattino ,mentre il picco minimo si registra alle  - 18 -     Il TSH, il principale ormone che regola le funzioni tiroidee ha un andamento del tutto simile , a quello del testosterone e tanti altri cicli circadiani,combacianti con altri fenomeni biologici a conferma che i cicli circadiani dipendono con certezza dalle variazioni di peso terrestri .

       Conferme sui  Cicli Circadiani     Non esiste nessuno orologio biologico 

 Constatato anche dai Giapponesi  Takashi e Yoshimura

Il canto del gallo simboleggia l'arrivo dell'alba in molti paesi", ha detto Takashi Yoshimura. "Ma non era chiaro se si trattasse di una manifestazione controllata da un orologio biologico o di una reazione a stimoli esterni", dato che l'animale può lanciare il suo caratteristico verso anche in altri momenti della giornata, per esempio in risposta al canto di altri galli o anche in presenza di fari di automobile molto luminosi.  Chiarire la questione i due ricercatori hanno registrato l'attività sonora di alcuni galli nell'arco di 24 ore in un ambiente di cui potevano controllare la luminosità, che hanno fatto variare nelle diverse sessioni sperimentali. In situazioni di illuminazione simili a quelle naturali i ricercatori hanno così verificato la presenza del canto anticipatorio (e del comportamento a esso connesso), che precede di circa due ore l'alba,  esattamente alle ore  (4) come si osserva anche nella specie selvatica.  Che conferma con certezza  anche in questo caso che i cicli circadiani si generano ed avvengono sempre in orari cosidetti astrali corrispondenti alle differenze di velocità  rotazionali  della terra sommate e sottratte alla velocità orbitale della terra attorno al sole. Confermando  che i cicli circadiani non sono creati da  orologi biologici interni al corpo  ma si generano esclusivamente  da stimolazioni astrali esterne dal corpo umano .generate dalle variazioni della  velocità terrestre sommata e sottratta dalla velocità orbitale  creando variazioni di peso.

Qui nel grafico le Onde Gravitazionali  registrate iniziano perfettamente con la lettura dei massimi e minimi delle temperatu  re corporee misurate fino dall'ottocento con termometri  al mercurio non riconoscendo il perchè. Si è teorizzato  fino ad oggi che tali variazioni fisiologiche  di temperatura che si verificano nell'arco della giornata sarebbero dovute a certe sostan  ze che il nostro organismo secerne con ritmo Circadiano. Se così fosse, sulla terra essendoci miliardi di individui, sarebbe impossibile la uniformità di tali  sostanze considerando  che tali cicli negli umani ed animali in genere avvengono in orari  preordinati sempre. Che vi sia il sole, che piova,  che nevichi, al mare, in montagna, in ogni dove tali orari non cambiano mai. Fino ad oggi si è dato credito con facile risoluzione a queste sostanze. La realtà è che i  Cicli Circadiani sono creati come qui rappresentati dalle Variazioni Gravitazionali tra il giorno e notte testimoniato da prove Ontologiche.

                     

                             grafico. 1    Grafico digitale delle O.G. ricevute giornalmente  ultimi giorni di dicembre  2011  

                         si nota  la luna nuova del giorno 24 .Poi si può controllare il perfetto combaciare degli  orari                   

                                del   grafico con i ritmi circadiani  

          Veniamo ai fatti.

 Il grafico certifica  che le variazioni  gravitazionali registrate sono il risultato ottenuto dalla   rotazione della terra attorno a sè stessa nelle  -24- ore, orbitando attorno al sole. Oltre alla velocità orbitale della terra  attorno al sole  e alla velocità di rotazione attorno a sé stessa , vi è una terza velocità  non tanto considerata  ma importantissima..  La terra orbita  in senso antiorario intorno al sole alla velocità media  di  107000 km./h.  La terra ruota sempre antiorario attorno al proprio asse alla velocità  di  1668 km./h all'equatore. Nel suo peregrinare  attorno  al  sole , causa la sua rotazione attorno a sé  stessa , metà terra si troverà sempre   a ruotare contraria alla propria orbita  attorno al sole , di conseguenza l'altra metà ruoterà sempre in fase all'orbita intorno al sole. Queste inversioni rotazionali della terra creano variazioni di velocità orbitale delle due metà terrestri in cui metà terra  orbiterà in accelerazione e l'altra metà in decelerazione,e di conseguenza  si avranno anche variazioni del momento angolare terrestre  (certamente non della terra medesima).ma delle due metà riferite alla direzione  ed alla velocità orbitale  della terra attorno al sole.. Come vedremo queste differenze vengono misurate in laboratorio come variazioni  di peso. Questo lo si ottiene sempre in laboratorio con rivelatori composti da semplici ( masse o volani in rotazione), ottenendo risultati innovativi,ed accertati con prove ontologiche.La velocità  rotazionale della terra  attorno a sé stessa è circa il  2% della velocità  orbitale attorno  al sole. Di giorno metà terra si troverà a ruotare contraria alla propria orbita  attorno al sole ottenendo per differenza il minimo di  velocità orbitale alle ore  -18-  (ottenuta dalla velocità orbitale  meno la velocità della rotazione terrestre). Rallentando la velocità orbitale tutti gli oggetti sulla terra  alleggeriscono il proprio peso.Nella parte notturna  in cui la rotazione dell'altra metà terra  risulta in fase all'orbita solare, ottenendo cosi  la somma  tra la velocità orbitale  con la velocità della rotazione terrestre  ottenendo così l'effetto contrario e cioè la velocità più elevata circa alle ore  3- 4 -del mattino  risultando cosi  un aumento di peso degli oggetti.  Se   le orbite fossero circolari il punto di maggior velocità risulterebbe alle ore -24 - ed il minimo alle ore  - 12 -  ma   le orbite essendo ellittiche il massimo di velocità  della metà terra risulta circa alle ore -3 - 4 - perché rappresenta il punto di perfetto  allineamento direzionale  delle due velocità che si sommano  ( velocità rotazionale terrestre + velocità orbitale della metà terra, attorno al  sole (km.1668 + km.107000 = km. 108668/h) velocità massima con relativo aumento di peso per effetto gravitazionale. A questo punto come abbiamo già scritto se l'orbita terrestre fosse circolare   il punto contrapposto alle ore  3-4 -  risulterebbe alle ore  -16- mentre l'orbita essendo ellittica  la velocità minima  risulta  alle ore  -18 -  con uno spostamento  di 30°  raggiungendo così il massimo allineamento direzionale con l'orbita attorno al sole. Qui la velocità rotazionale della metà terra viene sottratta dalla velocità orbitale trovandosi  in opposizione di fase ottenendo   il minimo   di velocità orbitale   km.107000 - km. 1668 =  km./h. 105332( velocità minima ove anche il peso e l'effetto gravitazionale è leggermente diminuito.   

2012   Come si formano i cicli circadiani e perchè

Come abbiamo visto  i cicli circadiani i loro orari dipendono dal momento di confronto della velocità rotazionale terrestre e la velocità dell'orbita terrestre,attorno al sole,la quale velocità risulta diversa tra parallelo e parallelo.Il massimo della veloci tà rotazionale all'equatore è di 1668km/h salendo fino al novantesimo parallelo, al polo con l'azzeramento della velocità rotazionale.  Quindi constatando che i cicli circadiani si formano dalla velocità rotazionale della terra  sommata e sottratta dalla velocità orbitale della medesima,parallelo per parallelo. All'equatore risulta una circonferenza  di 40000 km.ed una velocità massima rotazionale terrestre di 1668 km/h . A 45° di latitudine la circonferenza terrestre risulta di 28007km. una velocità molto inferiore e quindi la velocità di rotazione terrestre risulta di 1167km/h km.1668 - 1167 = 501km. (differenza della velocità oraria tra le due circonferenze equatore e 45° parallelo Esempio    All'equatore ove la circonferenza è 40000 km.e la velocità massima rotazionale terrestre di  1668 km./h Tutte le variazioni nel corpo umano create dai cicli circadiani (temperatura testosterone TSH tiroideo ecc.) risulteranno dimensionate al massimo , formandosi sempre negli orari prestabiliti (alle ore 3-4  alle ore 18 ).Salendo al 45° parallelo, ( il nostro ) la circonferenza terrestre essendo diminuita = 28000km.la velocità rotazionale terrestre essendo fortemente diminuita esattamente a 1167 km./h I cicli circadiani  risultano meno intensi di circa 1/3 rispetto ai medesimi misurati all'equatore .Poi salendo verso i poli e diminuendo la velocità rotazionale  quasi si azzerano.

                              

 

         In questa illustrazione si evidenziano le due metà circonferenze terrestri di cui una metà  ruoterà sempre in fase                

         all'orbita terrestre attorno al sole e l'altra metà ruoterà sempre al contrario.                         

 

Ora possiamo calcolare la variazione di peso della materia di kg.1 sulla terra tra il giorno e la notte dovuto     alla variazione di gravità in conseguenza della variazione della velocità orbitale attorno al sole considerando  la velocità rotazionale della terra sottratta di giorno e sommata di notte come già scritto.

Di giorno = V. orbitale - V. rotazionale (terra ) = ( V.orbitale diminuita del 2%)

Di notte = V. orbitale + V. rotazionale (terra ) = ( V. orbitale aumentata del 2%)                     

Velocità orbitale media della terra attorno al sole = 107218 km/hora                             

Velocità rotazionale della terra attorno a se stessa = 1668 km/hora

107218 - 1668 = 105550,8 km./hora      ( velocità rotazionale (terra)sottratta di giorno )

1668 : 105550 = 0,01515  kg.                (variazione di peso per 1kg di materia di giorno )

107218 + 1668 = 108886,8 km./hora    ( velocità rotazionale (terra) addizionata di notte)

1668 : 108886,8 = 0,01531  kg.             (variazione di peso per 1kg. di materia di notte)

0,01515 + 0,01531 = 0,03046 kg.          (Variazione di peso di 1kg di materia nelle 24/hore)

Se i  grafici dei cicli circadiani ricevuti  combaciano, (non a caso ) con i risultati  delle variazioni gravitazionali terrestri è una ulteriore conferma della ricezione delle vere O.G. . (certamente non Relativistiche che non possono esistere).Visto che il ricevitore non ubbidisce a variazioni elettromagnetiche ma solo a variazioni accelerative e decelerative di masse in  rotazione (volani) . Quindi i volani possono solo accelerare e decelerare più o meno intensamente ed  esclusivamente dalle perturbazioni in arrivo sottoforma di onde gravitazionali circolari ,che colpendo il volano,parallelamente al suo piano di rotazione lo fanno accellerare se l'onda in arrivo è controrotante . Se l'onda in arrivo  colpisce il volano con uguale senso rotazionale  il proprio momento angolare diminuisce.Queste variazioni non sono percepite da noi umani perché sia la velocità orbitale e la rotazione della terra sono quasi costanti  le percezioni le avvertiremmo se vi fossero variazioni di rallentamenti od accelerazioni significative ,vedi Galileo Galilei, questi esperimenti rappresentano non solo una conferma ma aprono nuove significative conoscenze gravitazionali della terra. Nel grafico qui riprodotto i segnali  percepiti dal volano rivelatore, ed amplificati  in tensione circa 200 volte, risultano  già sufficenti  per creare grafici in grado di verificare la separazione perfetta   tra  la serie degli impulsi gravitazionali ricevuti di giorno positivi e più ampi in altezza,  dovuti alla diminuzione della velocità orbitale della terra per sottrazione con la velocità orbitale. Gli impulsi registrati di notte negativi e meno intensi ove la terra nella sua orbita attorno al sole risulta più veloce per  la somma della velocità rotazionale della medesima.Di giorno si raggiunge il massimo dell'ampiezza positiva come  già scritto  circa alle ore -18 - ed il minimo lo si ottiene circa alle ore 3-4 - del mattino. La terra aumentando la velocità orbitale sembra  irrigidirsi, il tutto direttamente  proporzionale alla velocità orbitale e viceversa  come vedremo potremo seguire anche gli impulsi di marea creati dai momenti angolari o meglio dalle O.G. della luna. Questo argomento viene approfondito nella pagina  9, dedicato alle mare

          

   grafico. 2

In questo  grafico oltre ai cicli circadiani  si può osservare al centro del grafico l’abbassamento della curva prodotta dall’apogeo  lunare 25-26 marzo -2012 ( dovuto alla contrapposizione delle O.G. lunari  con  le O.G. terrestri,lascian do inalterato l’andamento dei cicli circadiani. Tali grafici confermano che la ricezione di tali impulsi,vengono ricevuti e generati da rivelatori) esclusivamente  gravitazionali facendo variare il momento angolare di semplici volani, i quali rap presentano piccole masse circolari in rotazione capaci di percepire esclusivamente  variazioni gravitazionali  = (O.G.) vere.Questi piccoli rivelatori vengono racchiusi al centro di contenitori antimagnetici ed antistatici e sotto vuoto.

Nel contenitore  possono entrare solo ed esclusivamente  le O.G. (non relativistiche) qualsiasi altro disturbo non poten do entrare non può falsare la ricezione. La comparazione tra perturbazioni astronomiche tra giorno e notte  è perfetta e coincide  con gli orari dei cicli circadiani.  365 giorni all’anno , testimoniando che il fenomeno dei cicli circadiani è un fenomeno puramente astronomico. Escludendo  tutte le teorie  che ammettevano che tali fenomeni  negli umani dipendevano dalla emissione di sostanze endogene ecc.  

Uno dei primi studiosi dei ritmi circadiani  fu lo scienziato francese  Jean-Jacques d'Ortous de Mairan Che nel 1729 notò che i modelli dei cicli circadiani di 24 ore ,nei movimenti delle piante  continuavano anche quando queste venivano tenute in condizioni di buio costante.

                                                  INTENSITA'    VARIAZIONI GRAVITAZIONALI NELLE  24 ORE      

                                                      

               Grafico.3  Intensità delle variazioni gravitazionali nei 365 giorni e notti dell'anno terrestre Sei giorni

                               presi a caso del mese di agosto 2011 L'andamento è uniforme escluso l'ampiezza .         

            la velocità orbitale della terra tra il giorno e la notte che anche se minima viene evidenziata. Nel grafico viene      Questo grafico ottenuto con uno strumento di acquisizione dati digitali molto preciso misura le intensità delle accelerazioni e decelerazioni che la terra subisce costantemente nelle giornate tra il giorno e la notte, e con aumenti e diminuzioni create dal sole e dalla luna ,e naturalmente da perturbazioni provenienti dall'universo La strumentazione molto semplice composta da volani che essendo in rotazione assolutamente costante e chiusi in contenitori antimagnetici subiscono le interazioni provoca te dalla variazione dei momenti angolari terrestri ,ed interazioni provocate in maggior parte da O.G. che colpiscono la terra provenienti dal sole dalla luna e dallo spazio. Nel grafico si notano i minimi e massimi di tali variazioni cicliche ricevute sottoforma di impulsi durante evidenziato la variazione degli impulsi gravitazionali ,risultando con ampiezza maggiore di giorno provoca ta dalla leggera diminuzione della velocità orbitale e viceversa nel periodo notturno il segnale registrato come ampiezza è inferiore dovuto all'aumento della velocità rotazionale terrestre sommata alla velocità orbitale.     

        

                                           GRAZIE A QUESTA RICERCA OTTENUTA CON REALTA’ SPERIMENTALE -

                                           CERCHIAMO   FINANZIATORI  PER  NUOVI  TRAGUARDI   FUTURI- 

                                              

pag.

 

INDICE  ARGOMENTI

1

 

Esperimenti sulla interattività  Centrifuga della rotazione terrestre e la rotazione di volani

2

 

Esperimenti con volani inseriti in contenitori antimagnetici

3

 

Variazioni di Peso sulla terra tra giorno e notte Come e perchè si creano i CICLI CIRCADIANI

4

 

Volani controrotanti

5

 

Schema di principio del ricevitore di Momenti Angolari e delle Onde Centrifughe  

6

 

Volani in contenitori antimagnetici esposti alle radiazioni solari

7

 

Calcolo delle accelerazioni decelerazioni di un volano a 45° di latitudine nord

8

 

Ricezione via etere di onde accelerative di Momenti Angolari   (O.C.)

9

 

Come si formano le MAREE   la Gravità non partecipa non esiste è una forza fittizia

10

 

Brevetti

11

 

Trasduttore di Momenti Angolari  probabili O.G. in variazioni Elettriche

12

 

Antenna Gravitocentrifuga per la ricezione dei Momenti Angolari (O.C.)   

13

 

Che cosa è l' Interazione Gravitocentrifuga

14

 

Misuratore lunghezza d'onda dei Momenti Angolari  (O.C.)

15

 

Interazione gravitocentrifuga tra un pendolo di Foucault e un volano

16

 

Generatore di Momenti Angolari = Onde Centrifughe     

17

 

Fotoni interagenti con volani 

18

 

Approfondimento parametri momenti angolari

 

19

 

Momenti Angolari = Creazione Onde Centrifughe    

 

20

 

Errore Dimensionale delle O.G. di Einstein PRIME VERE O.C. LUNARI RICEVUTE AL MONDO

 

21

 

Analogie comportamentali tra  Onde Centrifughe e Momenti Angolari

 

22

 

Foto strumenti esperimentì e GRAFICI di  Onde Centrifughe di  Perigei  Apogei  Perieli  Afeli

 

23

 

La gravità è forza fittizia Scoperto perchè le orbite dei pianeti sono ellittiche con 2  velocità

 

24

 

La  Gravità Non Esiste accertato da esperimenti e dati astronomici registrati giornalmente

 

  25

 

Le Onde Gravitazionali Non Esistono perchè non Esiste la Gravità ora si chiamano O. Centrifughe.

                                                                                        Home page                

               sono graditi  commenti        gcarman@libero.it